10 COSE DA SAPERE SULLA LATTUGA ICEBERG

Vi piace la lattuga iceberg? Vista la crescita inarrestabile  del consumo di questo tipo di foglie da insalata in Italia tutto farebbe pensare di sì. Fino a qualche anno fa, infatti,  queste foglie  croccanti e ricche d’acqua spopolavano soprattutto negli Stati Uniti, dove di fatto sono le foglie da insalata per antonomasia,  ma ora anche da noi è esplosa una vera e propria icebergmania, tanto che  anche le aziende agricole nostrane si stanno organizzando in modo di poter farle arrivare sulle nostre tavole tutto l’anno,  nonostante le difficoltà climatiche per la loro coltivazione.

Ma siete sicuri di conoscere bene la lattuga iceberg? Ci sono tante cose interessanti da sapere.

#1 Cominciamo dal nome, appunto lattuga iceberg. Il nome che richiama le montagne di ghiaccio  galleggianti non è casuale e  arriva proprio dagli USA, dove nel XIX° secolo questo tipo doi insalata  viaggiava dai freschi  luoghi di produzione a quelli più assolati al sud su vagoni ferroviari ricoperti da ghiaccio, per mantenerne intatte  la freschezza e la croccantezza. Solo alla metà del XX° secolo la Whirlpool Corporation mise a punto un tipo di imballo e di trasporto a atmosfere controllate per facilitare il trasporto e la conservazione sugli scaffali  di vendita.

#2 Poi parliamo di leggerezza. Difficile pensare a qualcosa di più leggero da mettere nell’insalatiera.  La lattuga iceberg apporta solo 11 kcal per 100 gr, nella sua composizione  sono praticamente inesistenti i grassi mentre c’è un discreto apporto di  proteine vegetali e di fibra. Il che ne fa un alimento ideale quando si vuole perdere peso mangiando sano.

#3 Dovete sapere anche che la lattuga iceberg è l’unico tipo di lattuga che non esiste con foglie rosse. Il cespo si presenta solo con le foglie verde acido all’esterno e bianco translucente all’interno.

#4 In vendita per 12 mesi l’anno, le “palle” di lattuga iceberg sono coltivate tenendo conto di una vendita prevalentemente attraverso i supermercati. Vengono imballate sul campo e poi passate in ambienti freddi per eliminare ogni  residuo di calore che potrebbe farle marcire. Si conservano  bene anche per 3 settimane.

#5 La lattuga iceberg fa anche bene. Aiuta, per esempio, a prevenire eventuali patologie cardiovascolari grazie al suo apporto di potassio, mentre  la presenza di manganese, magnesio, potassio, ferro, calcio e fosforo ne fanno un valido alleato per rafforzare il sistema immunitario e proteggere da infezioni virali. Il suo contenuto di ferro aiuta a prevenire forme di anemia e a favorire il trasporto ematico dell’ossigeno nelle parti del corpo dove è necessario.

#6 Nel caso soffriate un po’ di insonnia, una bella insalata preparata con della  lattuga iceberg non può che farvi bene. Come tutte le lattughe, grazie al suo contenuto di lactucarium, una sostanza leggermente sedativa, aiuta, infatti,  a rilassarsi. Per lo stesso motivo assicura sollievo anche agli occhi stanchi.

#7 La lattuga iceberg, come gli altri tipi di lattuga contiene acido folico, che è  di grande importanza durante la gravidanza perchè aiuta a prevenire le disfunzioni del tubo neurale.

lattuga iceberg in sezione

#8 La lattuga iceberg è composta quasi al 94% da acqua. Un alimento superidratante, quindi, da non far mai mancare sulla tavola nella stagione più calda.

#9 Diversamente da gran parte delle altre foglie di lattuga, la iceberg può essere condita anche prima di essere portata in tavola, perfino con condimenti cremosi “pesanti”, a base di yogurt, panna o maionese. La consistenza delle sue foglie, infatti, fa sì che non si affloscino immediatamente. Diversamente dalle altre lattughe, inoltre, va tagliata con il coltello senza timore  di ossidazioni. Il suo taglio migliore è , a mio parere, quello a striscioline sottili.

#10 L’ultilizzo più tradizionale della lattuga iceberg nella cucina americana è con condimenti (dressing) a base di formaggio erborinato (tipo Gorgonzola e Roquefort, per intenderci). Viene tagliata a grandi spicchi e poi irrorata con questo tipo di salse. Io la preferisco a fettine sottili e condita con vinaigrette a base di olio extravergine d’oliva. La trovo meravigliosa abbinata a erbe aromatiche, pomodori, avocado, cipollotti, uova sode, tonno,  scampi e  carne di pollo arrosto.

lattuga iceberg al taglio

 

 

7 Commenti

  1. È vero che è l’insalata più ricca di lattosio?

    Rispondi
    • Il lattosio si trova nel latte e nei latticini, come recita il loro nome, nessun alimento di origine vegetale, nessuna verdura, lo contiene in natura.

      Rispondi
      • a me nn risulta il lattosio non centra nulla con il latte e’ uno zucchero infatti e’ presente nelle cipolle e famiglia nei crostacei ecc

        Rispondi
        • Il lattosio è uno zucchero (o glucide) prodotto dalla ghiandola mammaria dei mammiferi, non ha nulla a che fare con le specie vegetali.

          Rispondi
    • La mia nutrizionista ha, escluso tra le verdure la lattuga perché contiene molto lattosio..

      Rispondi
  2. Ottima ecco xke’ sono molto rilassata q.do dormo!!! Nn riuscivo a capire il xke’ dormivo tanto. Io nn prendo psicofarmaci!!! A me piace molto

    Rispondi
  3. Buonissima ! Ho un solo dubbio :È a bassi contenuto di nichel ?

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *