8 BUONE RAGIONI PER MANGIARE PIÙ SEDANO

8 buoni motivi per mettere spesso il sedano nell’insalatiera

Povero sedano, ortaggio spesso bistrattato in cucina, relegato solo  al ruolo di comparsa  quando si tratta di preparare il soffritto. Eppure l’Apium graveolens (questo il suo nome botanico) non dovrebbe mai mancare nel cassetto della verdura ed essere portato spesso in tavola a crudo.  Per almeno 8 ragioni che hanno a che fare con il nostro benessere.

Antinfiammatorio

Il sedano ha buone proprietà antinfiammatorie grazie al suo contenuto di poliacetilene. Può alleviare il dolore in caso di artrosi, artrite reumatoide, gotta, asma e bronchite . Aiuta anche a contrastare l’acne, il bruciore agli occhi e i bruciori urinari.

Digestivo 

Consumato fresco, il sedano grazie al suo contenuto di sedanina, una sostanza aromatica  stimolante,  e di altre molecole aiuta il processo digestivo. E favorisce anche l‘assorbimento dei gas  presenti nell’apparato digerente. Un recente studio scientifico ha dimostrato che questo ortaggio si rivela utile anche per contrastare il reflusso acido.

Anticolesterolo

Per via delle fibre e di altri composti organici  di cui è ricco,  contribuisce a ridurre il  livello di colesterolo  LDL nel sangue, responsabile della formazione delle pericolose placche nelle arterie che possono portare a serie patologie cardiovascolari.

Diuretico

Il sedano è anche un potente diuretico, aiuta a contrastare la ritenzione idrica ed è, quindi, un valido alleato nella battaglia contro la cellulite. Per le sue proprietà diuretiche è utile nelle diete di chi ha problemi di cuore, di reni o di fegato, perchè aiuta ad eliminare le tossine e l’eccesso d’acqua che ristagnano nell’organismo.

 Ipertensione

Gli  ftalidi, fitonutrienti presenti nella pianta, la rendono molto utile per controllare gli ormoni che regolano la pressione sanguigna. Il suo consumo è quindi indicato nei casi di ipertensione.

Antiossidante

Grazie ad alcune sostanze antiossidanti, in particolare le cosiddette cumarine, il sedano aiuta a contrastare l’insorgenza dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Dimagrante

Definire un alimento “dimagrante” è sempre una forzatura. Ma non ci sono dubbi sul fatto che questo ortaggio, per il suo basso apporto calorico (16 calorie per 100 gr.) e l’alto contenuto di fibre che danno senso di sazietà, è un validissimo alleato durante le diete dimagranti.

Amico dei denti

Masticare sedano crudo aiuta a prevenire la placca dentaria e allevia alcune forme di gengiviti.

 

sedano

 

Una curiosità: al sedano si riconoscono anche proprietà afrodisiache. Il suo contenuto di ormoni steroidi Delta-16 stimola, infatti, l’attività delle ghiandole sessuali.

Come ogni ortaggio va consumato freschissimo. In frigorifero si mantiene bene per 4-5 giorni, poi comincia a diventare molle e a ingiallire.

Per preparare gustose insalate è meglio utilizzare la sua parte più interna, il cosiddetto “cuore”. Ottime per l’insalata anche le foglie, a patto che siano ben fresche.

Gli abbinamenti ideali per l’insalata

Il sedano si sposa magnificamente con pomodori, cetrioli, finocchi, cicoria belga, kale, patate,funghi freschi,  ceci e couscous. Ma anche l’accostamento a fragole, pere, mele, datteri, gherigli di noci e mandorle assicura ottime preparazioni. Per insalate composte  può essere abbinato a scampi, gamberetti, polpa di granchio, ma anche carne di pollo o di tacchino e formaggi come mozzarella, gorgonzola e feta.

 

insalata di sedano, pera e gorgonzola

 

 

 

 

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This