INSALATA DI PUNTARELLE. ANZI, DI PUNTARELLETw

        Due weekend fa sono stata a Camogli per il Festival della comunicazione, ve l’ho già raccontato, lo so. Ma ora ve ne riparlo perchè nel frattempo  è saltata fuori una ricetta di insalata di puntarelle.  Che c’entra con l’insalata di puntarelle con il Festival della comunicazione, vi starete chiedendo. C’entra c’entra, perchè in occasione di questo festival ( interessante, ci tornerò anche il prossimo anno, sperando che nel frattempo migliorino la parte connessione a internet, inesistente) ho incontrato i tre “papà” di @TwLetteratura, il bel progetto che propone la rilettura e la riscrittura di grandi testi testi in 140 caratteri ( in ottobre, ad esempio,  partirà l’avventura twittata di  #TwPinocchio che farà riscoprire alla comunità degli twitteratori, ma anche alle scuole di ogni grado, il testo di Carlo Collodi). Chiacchierando con i tre,  Paolo Costa, Edoardo Montenegro e Pierluigi Vaccaneo,  per il mio pezzo poi uscito su Il Tirreno, sono arrivata a parlare di insalate. Non potrebbe essere diversamente, conoscendomi. Ho raccontato loro dell’insalata “ebraica” di Matteo Corradini (cliccate qui se volete rileggerla) e li ho invitati a offrire ai lettori di questo blog una loro ricetta. Ieri tra le email ho trovato la proposta di uno dei tre,  Paolo Costa, giornalista  e grande esperto di new media. Ve la passo pari pari. Veloce, non è  una tweetricetta come quelle di  @TWinsalata,ma quasi). Godetevela pensando a @TwLetteratura quando avrete delle puntarelle sottomano. INSALATA DI PUNTARELLE ALLA ROMANA   Pulisco e taglio le puntarelle, eliminando germogli e parti dure.   Le lascio in ammollo in acqua gelata per un’ora. Le scolo e le condisco con olio, aglio, filetti...
LA SALADE NIÇOISE VESTE COLOR SALMONE

LA SALADE NIÇOISE VESTE COLOR SALMONE

Amate la tradizionale salade niçoise (in italiano “insalata nizzarda”)? Anch’io. La adoro, addirittura. Mi piace, strapiace, l’accostamento crudo-cotto. Per questo è uno dei miei cavalli di battaglia estivi. Un minimo di programmazione e…te la trovi pronta da portare in tavola. Ma anche un piatto così di tanto in tanto ha bisogno di una svecchiata. Di un po’ di aria nuova. Ecco, dunque una nuova versione di salade niçoise,  caratterizzata da della saporitissima carne di salmone.   SALADE NIÇOISE SALMONATA Ingredienti per 4 persone Tempo preparazione: 25 minuti circa (oltre alle cotture) 4 patate di media grandezza 3 pomododori di media grandezza 2 manciate di fagiolini 3 uova sode sgusciate e tagliate a spicchi filetti di salmone 300 gr 1 manciata di olive nere denocciolate 1/2 cespo di lattuga (cappuccio, gentilina, quella che volete) 1 cipollotto fresco tritato finemente 3 filetti d’alici sott’olio 1 spicchio d’aglio tritato finemente 6-8 foglie di basilico senape delicata olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco sale e pepe nero  al mulinello   Lessate le patate tenendole al dente, poi scolatele, pelatele mentre sono ancora calde e mettetele da parte a raffreddare. Lessate i fagiolini a vapore, poi scolateli e versateli in una terrina con acqua ghiacciata, per bloccare la cottura e salvare il loro colore verde brillante. Mondate la lattuga, lavatela e asciugatela con cura.  Cuocete il salmone su una piastra precedentemente  unta con pochissimo olio. Deve risultare dorato su entrambi i lati e sfaldarsi con una forchetta (dovrebbero bastare 4-5 minuti di cottura  da un lato e 2 dall’altro). Quando è pronto, toglietelo dalla piastra e mettetelo a raffreddare. Quando è freddo. sbriciolatelo...
GIOCA LA GERMANIA, L’INSALATA DA DIVANO SI ADEGUA!

GIOCA LA GERMANIA, L’INSALATA DA DIVANO SI ADEGUA!

Mondiali in Brasile, oggi scende in campo la nazionale tedesca. Il suggerimento per l”insalata da divano” non può essere che quello di un piatto come quello che oggi potreste mangiare se foste in Germania,  a Monaco di Baviera, a Dortmund o ad Amburgo. Un’insalata di patate, ovviamente, una “kartoffelsalat” preparata  con tutti i crismi. Nel caso specifico, una ricetta tradizionale bavarese, proprio la stessa utilizzata per le celebri insalate di patate che si consumano nelle tende dell’Oktoberfest. Buon appetito e buona visione delle partite di oggi!   INSALATA DI PATATE ALLA BAVARESE  (Bayerischer Kartoffelsalat)  Ingredienti per 2 persone   3 grosse patate farinose 1 scalogno  tritato finemente (o una  piccola cipolla rossa) 1 cucchiaio d’olio 2 cucchiai d’aceto di vino bianco (o di mele) 60 ml di brodo di carne bollente sale e pepe ½ cucchiaino da tè di zucchero 1 cucchiaino da caffè di senape forte 1 cucchiaio di erba cipollina fresca tritata o prezzemolo Lessate le patate per 40 minuti (o fino a che cedono pungendole con una forchetta), scolatele e mettetele a raffreddare. Quando saranno tiepide,  pelatele e tagliatele a fette piuttosto spesse. Mettetele in  un’insalatiera e irroratele con il  brodo, mescolate con delicatezza e poi lasciatele riposare per 5 minuti.  Aggiungete poi  lo scalogno tritato  e  conditele con l’emulsione  preparata con l’olio, l’aceto,  la senape , lo zucchero, il sale e pepe macinato al momento. Mescolate con cura e cospargete con l’erba cipollina. Lasciate riposare il piatto per  30 minuti. Servite a temperatura ambiente o freddo da frigorifero. Insalata di patate alla...
CANNELLINI E POMODORO NELL’INSALATA DA DIVANO N.2!

CANNELLINI E POMODORO NELL’INSALATA DA DIVANO N.2!

Secondo appuntamento con le insalate da divano! Anche oggi un suggerimento per un piatto da divorare guardando le partite dei Mondiali in tivù: un classico dalle inconfondibili note mediterranee. INSALATA DI CANNELLINI E POMODORO AL BASILICO Ingredienti per 2 persone cannellini lessi 200 g 1 pomodoro cuore di bue 1/2 cipolla di Tropea tritata 2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate sott’olio olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco foglie di basilico tagliate a chiffonade, a piacere sale e pepe nero da macinare al momento Versate i cannellini in un’insalatiera. Lavate il pomodoro, asciugatelo e tagliatelo a dadini, eliminando i semi. Aggiungetelo ai fagioli insieme alla cipolla e alle olive ben sgocciolate. Preparate il condimento emulsionando 3 cucchiai abbondanti di olio, 1 di aceto, una presa di sale e un’abbondante spolverata di pepe. Versatelo sull’insalata e mescolate con delicatezza, per non rompere i fagioli. Aggiungete il basilico e mescolate ancora. Lasciate riposare 15 minuti a temperatura ambiente prima di portare in tavola, pardon, al divano! Insalata di cannellini, pomodoro e basilico  ...
FORMAGGIO GRIGIO ED È SUBITO INSALATA (ALLA MODA ALTOATESINA)

FORMAGGIO GRIGIO ED È SUBITO INSALATA (ALLA MODA ALTOATESINA)

Merano, dalla Passeggiata lungo il Passirio     Tre giorni di vacanza  in Alto Adige sono bastati per farmi innamorare perdutamente. No, non di un aitante maestro di sci alto e biondo, ma di un formaggio: il formaggio grigio, Graukäse come si dice da quelle parti, un formaggio a pasta dura magrissimo (forse è il più magro dei nostri formaggi), solo il 2% di grassi, il che ne fa un prodotto adatto anche a chi è a dieta (a proposito, le tabelle nutrizionali indicano circa 150 calorie per 100 g). Puzza in maniera infernale (dire che ha un odore forte è un eufemismo), ma è maledettamente buono. Il modo più tradizionale per consumarlo in Valle Aurina, la valle da cui proviene originariamente, ma ormai in tutto l’Alto Adige,  è di fatto un’insalata. Ecco la ricetta: FORMAGGIO GRIGIO E CIPOLLE Per due persone  200 gr. di formaggio grigio/graukäse 1/2 cipolla (bianca o rossa) olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco sale e pepe nero macinato al momento   Spezzettate o tagliate  a fettine sottili il formaggio e versatelo in un piatto. Cospargetelo con la cipolla affettata con la mandolina. Condite con un filo d’olio, salate e pepate. Spruzzate con  qualche goccia di aceto. Lasciate riposare per un quarto d’ora circa, poi portate in tavola accompagnando il piatto con fette di pane nero.      ...

TEMPO DI OKTOBERFEST, TEMPO DI INSALATE DI PATATE!

A Monaco di Baviera in questi giorni impazza l’Oktoberfest. Birra a fiumi, musica, stinchi al forno, salsicce a volontà, ma anche tantissima insalata di patate. Non c’è Oktoberfest senza Kartoffelsalat (tra l’altro l’unica cosa che mi piace di tutta la faccenda). Se non avete tempo, soldi, o voglia (e vi capirei),  di attraversare le Alpi per  la grande kermesse, godetevi a casa la celebre insalata bavarese con questa ricetta: Insalata di patate alla bavarese  (Bayerischer Kartoffelsalat)   Ingredienti per 2 persone   3 grosse patate 1 scalogno  tritato finemente (o una  piccola cipolla rossa) 1 cucchiaio d’olio 2 cucchiai d’aceto di vino bianco (o di mele) 60 ml di brodo di carne bollente sale e pepe ½ cucchiaino da tè di zucchero 1 cucchiaino da caffè di senape forte 1 cucchiaio di erba cipollina fresca tritata o prezzemolo   Lessate le patate per 40 minuti (o fino a che cedono pungendole con una forchetta), scolatele e mettetele a raffreddare. Quando saranno tiepide,  pelatele e tagliatele a fette piuttosto spesse. Mettetele in  un’insalatiera e irroratele con il  brodo, mescolate con delicatezza e poi lasciatele riposare per 5 minuti.  Aggiungete poi  lo scalogno tritato  e  conditele con l’emulsione  preparata con l’olio, l’aceto,  la senape , lo zucchero, il sale e pepe macinato al momento. Mescolate con cura e cospargete con l’erba cipollina. Lasciate riposare il piatto per  30 minuti. Servite a temperatura ambiente o freddo da frigorifero. Nota:  nella tradizione bavarese quest’insalata viene preparata anche con l’aggiunta di sottilissime fette di cetrioli in...