FAGIOLI, E L’INSALATA DI PASTA CAMBIA FACCIA

FAGIOLI, E L’INSALATA DI PASTA CAMBIA FACCIA

Fagioli, l’ingrediente che fa la differenza nell’insalata di pasta Eccomi qua con una saporita insalata di pasta ai tre fagioli. Ma prima, lasciatemelo dire: accidenti, quanti giorni senza scrivere nulla sul mio amatissimo InsalataMente! Il motivo è presto spiegato: sono stata alle prese con la fase finale della stesura di un mio nuovo libro, che uscirà agli inizi di settembre. Nulla che riguardi l’insalata, anche se nelle sue pagine troverete la ricetta dell’insalata di cavolo all’americana, la Coleslaw che ho già raccontato su queste pagine (cliccate qui per leggerla, se volete). Il nuovo libro, pubblicato dall’editore Reverdito di Trento, è un omaggio alla preparazione alimentare più in voga del momento: gli hamburger. Sapete che solo a Milano in questo periodo sono attive 72 hamburgerie? Ma come, qualcuno starà pensando, tu che sei vegetariana, che di solito ti occupi di lattughe, radicchi, pomodori, fagioli, avocado e fragole, vai a scrivere di hamburger? Certo, è la mia risposta, visto che per il  libro, che ho scritto a quattro mani con la mia amica Lella Niccoli, io mi sono occupata di tutte le ricette vegetariane e vegane (ci sono deliziosi hamburger con queste caratteristiche, dovete provarli!), oltre che della parte contorni, salse, delle pagine introduttive eccetera eccetera. Per non parlare delle foto, una quantità di foto da scattare. Un lavorone, davvero. Ma ne sono molto soddisfatta. Comunque del libro ne avremo modo di parlare all’uscita, a breve. Oggi sono tornata qui per raccontarvi l’insalata di pasta che ho preparato ieri sera per cena, un’insalata di pasta che si presta a diventare un ottimo piatto unico per i pranzi e le cene estive....
PESTO DI AGLIO ORSINO PER L’INSALATA DI PASTA

PESTO DI AGLIO ORSINO PER L’INSALATA DI PASTA

E niente, è ritornato il periodo delle insalate di pasta. Per inaugurarlo ho pensato a una ricetta che mi permettesse di utilizzare il pesto di aglio orsino  che ho preparato un paio di giorni fa  per utilizzare la montagna di foglie dell’erba tanto cara agli orsi che ho portato a casa dopo un giro al mercato. Dell’aglio orsino ho già parlato in passato su queste pagine, vi ho detto che è delizioso, che fa bene e che qui in Germania è una vera e propria  mania in primavera.  Non c’è ristorante che sul menu non sciorini creme di aglio orsino, risotti di aglio orsino, purè di patate all’aglio orsino, eccetera eccetera. Al mercato settimanale del venerdì quest’erba che cresce nel sottobosco  la faceva da padrone su tutti i banchi, insieme alle fragole per l’imminente festa della mamma. Ne ho comprati tre mazzi, ripromettendomi di utilizzarli per zuppe e risotti. Ma poi, per tutta una serie di eventi di lavoro,  mi sono trovata a viaggiare come una trottola e il mio aglio orsino rischiava di fare una brutta fine nel cassetto del frigorifero. Così ho deciso di farne del pesto, utilizzando una ricetta già sperimentata altre volte. Questa volta, però, ho omesso di aggiungere il parmigiano e il pecorino. Ne ho fatta una quantità tale che ho dovuto surgelarlo, e quando surgelo qualsiasi tipo di pesto preferisco unire il formaggio al momento della preparazione finale. Oggi in casa eravamo in tanti per festeggiare il compleanno di mia figlia in anticipo e perchè sono arrivati amici dalla Francia e dagli Stati Uniti. Grande barbecue in giardino (di cui non mi occupo...
VIVA L’INSALATA DI PASTA!  ANCHE PER I BAMBINI

VIVA L’INSALATA DI PASTA! ANCHE PER I BAMBINI

Il caldo africano è tornato, bisogna ricominciare a mangiare freddo, miei cari.  Viva l’ insalata di pasta, dunque. Ma, vi prego,  che non sia la solita insalata di pasta, il solito mischione di penne, tocchetti di mozzarella e dadini di pomodoro. Un’ insalata di pasta deve essere pensata come qualsiasi altro piatto. Insomma: niente ingredienti buttati nell’insalatiera a casaccio tanto per insaporire la pasta. L’ insalata di pasta che vi propongo oggi, che io ho preparato qualche giorno fa per un picnic in piscina, è un piatto unico vivace, equilibrato dal punto di vista nutrizionale  e saporito. Può risolvere da solo un pranzo, con la sola aggiunta di un frutto fresco. Per la sua struttura (facile da consumare, si mangia anche con un cucchiaio, con un mix omogeneo di sapori gustosi ma non aggressivi per il palato) quest’ insalata di pasta è adatta anche al pasto dei bambini; basta avere la precauzione di eliminare il peperoncino dagli ingredienti (anche se in Messico ho visto bambini di 3 anni ingoiare peperoncini interi come fossero patatine, ma questa è un’altra storia). Insalata di pasta coriandoli* Preparazione : 15 minuti circa Cottura: quella della pasta e dei piselli, nel mio caso 13 minuti   Ingredienti per 4 persone 320 gr. di pasta formato ditalini (lisci o rigati) 150 gr. di piselli primavera (surgelati) 1 lattina di mais lessato da 150 gr. 120 gr. di pecorino fresco (o Asiago, Bel Paese, Fontina…) 3 pomodori cuore di bue di media grandezza 4 cucchiai di prezzemolo fresco tritato 1 cucchiaio di maionese (anche allo yogurt) olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco peperoncino in polvere...
TORNANO LE INSALATE DI PASTA: PROVATELE CON I GNOCCHETTI SARDI!

TORNANO LE INSALATE DI PASTA: PROVATELE CON I GNOCCHETTI SARDI!

  Arriva la bella stagione (speriamo) e si apre il periodo delle insalate di pasta che io adoro. Benché dalle mie parti il tempo sia completamente pazzo (un giorno abbiamo 24° e quello successivo al massimo 7 °), ho già iniziato a prepararne qualcuna. Qualche giorno fa, per esempio, ho portato in tavola quella di cui vi propongo qui sotto la ricetta. Protagonisti del piatto sono i gnocchetti sardi, che in casa mia conoscono alterne fortune, c’è chi li ama e chi li detesta, non si è capito bene perché. Comunque sia, io trovo che siano un ingrediente ideale per le insalate di pasta perché tengono bene la cottura al dente, cosa importante per questo tipo di preparazione. Certo, vanno abbinati a ingredienti tagliati molto piccoli, o della loro stessa misura, per evitare un effetto visivo quantomeno curioso (immaginatevi della pasta che “naviga” in mezzo a ingredienti molto più grandi). In questa ricetta li ho, quindi, accostati a dei pomodorini cherry, che ho trattato in maniera da renderli più saporiti (in questo periodo sono ancora un po’ acquosi perché arrivano da coltivazioni in serra) e più “piccoli”.   INSALATA DI GNOCCHETTI SARDI E POMODORINI CARAMELLATI   Ingredienti per 4 persone 300 gr. di gnocchetti sardi 8 mozzarelline (formato ciliegina) 12 pomodorini cherry 12 olive taggiasche denocciolate, sott’olio 1 cucchiaio di capperini sott’aceto Qualche foglia di basilico 3 cucchiai di mandorle a lamelle 1 spicchio d’aglio Peperoncino in polvere Olio extravergine d’oliva ½ cucchiaio di aceto di vino bianco Sale e pepe nero al mulinello Innanzi tutto preparate i pomodorini canditi. Accendete il forno a 100°, lavate i pomodorini, asciugateli...
INSALATA DI PASTINA CON ASPARAGI E POMODORINI

INSALATA DI PASTINA CON ASPARAGI E POMODORINI

La pastina, come ogni altro tipo di pasta, si presta a essere un ingrediente eccellente per tanti tipi di insalata. In genere è il formato di pasta ideale per insalate destinate ai bambini, soprattutto quelli piccoli che possono raccogliere il contenuto dal piatto utilizzando un cucchiaio, con maggiore facilità. L’unico accorgimento che va adottato quando si decide di utilizzarla è quello di accostarle degli ingredienti molto piccoli o ridotti molto piccoli attraverso un taglio. Per essere chairi: piselli e fagioli vanno bene di loro, delle carote o dei fagiolini vanno tagliati a tocchetti quando devono finire in un’insalata di pastina. Il risultato, altrimenti, è abbastanza ridicolo per l’occhio e sconclusionato per il gusto. Per questo piatto io ho utilizzato, ad esempio dei pomodori ciliegini piccolissimi, non li avessi trovati , avrei dovuto optare per dei ciliegini di midura normale ridotti in quarti.   Insalata di pastina con asparagi e pomodorini   Ingredienti per 2 persone pastina tipo risoni (semi di mela) 180 g 8 punte d’asparagi ½ limone non trattato 6 pomodori ciliegini parmigiano a lamelle 50 g 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato ½ spicchio d’aglio tritato olio extravergine d’oliva sale e pepe bianco macinato al momento   Lessate la pastina in acqua bollente salata (stesso procedimento utilizzato per la pasta), tenendola al dente. Poi scolatela, passatela sotto un getto d’acqua fredda, sgocciolatela bene e mettetela  in un’insalatiera a raffreddare,  condendola con 1 cucchiaio d’olio. Intanto cuocete al vapore le punte d’asparagi, basteranno pochi minuti perché devono rimanere croccanti. Quando sono cotte, scolatele e tuffatele in una terrina d’acqua ghiacciata, poi levateli con un mestolo forato e stendeteli...

Insalata di pasta, zucchine grigliate, caciotta e mandorle

Per due persone penne rigate (o altra pasta corta) 180 g 3 zucchine piccole e freschissime caciotta fresca 80 g 1 piccolo scalogno 2 cucchiai di mandorle sbianchite a lamelle 1 cucchiaio di menta fresca tritata ½ cucchiaio di prezzemolo fresco tritato ½ cucchiaio di succo fresco di limone maionese light olio extravergine d’oliva sale e pepe nero Lessate la pasta in abbondante acqua salata, tenendola al dente. A fine cottura passatela sotto l’acqua corrente per raffreddarla, sgocciolatela bene, versatela in un’insalatiera  e conditela con un cucchiaio di olio. Nel frattempo lavate le zucchine, spuntatele, affettatele tagliandole per il lungo   e fatele insaporire per cinque minuti in  due cucchiai di olio in cui avrete fatto imbiondire lo scalogno affettato finemente.Dopo un paio di minuti aggiungete le mandorle,  salate e pepate prima della fine della cottura. Sgocciolate le   zucchine, lo scalogno  e le mandorle  dall’olio di cottura e versate  tutto  in un’insalatiera   cospargendo con la menta e il prezzemolo. Aggiungete la pasta  raffreddata e la caciotta tagliata a dadini ,  e condite con la salsina ottenuta amalgamando 1 cucchiaio d’olio, 1 cucchiaino da tè di maionese, il succo di limone, un pizzico di sale e pepe a piacere macinato al momento.  Mescolate con cura  e  lasciate riposare   per 20 minuti   prima di portare in...

Pin It on Pinterest