COME FARE UN’INSALATA SENZA LATTUGA

COME FARE UN’INSALATA SENZA LATTUGA

La lattuga non vi piace? Ecco come preparare un’ insalata senza lattuga Potrei dedicare questo post a mia cugina Daniela, che detesta la lattuga e tutte le foglie verdi. Per lei solo insalata senza lattuga. Ma quella di come preparare un’insalata senza lattuga è una richiesta che mi arriva spesso tramite la pagina Facebook di InsalataMente. C’è chi la lattuga non la digerisce, chi non può mangiarla, chi non ne ama il sapore, e così via. Allora, immagino che il post potrà interessare molti, non solo la cara cugina. Che poi non si tratta solo di insalata senza lattuga, ma in genere di insalata senza foglie. Senza indivia, senza valerianella, chard ,spinacini,  rucola, eccetera.  E così è giunto il momento di scrivere qualcosa su come preparare un’insalata  di ortaggi senza lattuga (o affini) che sia comunque buona e fresca. Ingredienti di stagione La prima cosa importante per essere sicuri di poter portare in tavola una deliziosa insalata senza lattuga è quella di utilizzare sempre ingredienti freschi. Di stagione. Quindi, ad esempio, in questo periodo, carote, ravanelli, zucchinette, asparagi, piselli (se avete voglia di mettervi a sgranarli), fave, eccetera. Ma anche i primi pomodori, i primi cetrioli. Ma ogni stagione ha i propri ortaggi da insalata. Accostamenti Giocate con gli  accostamenti di consistenza,tecnicamente si dice  texture: morbido e croccante, ad esempio avocado (morbido) e ravanello (croccante).  Ma anche dolce e salato, pungente e delicato. Giocate anche con i colori: anche l’occhio vuole la sua parte. Il rosa fucsia dei ravanelli rallegra ogni insalata, così come l’arancione delle carote, il rosso violetto della cipolla di Tropea, il giallo o il rosso...
PATATE VIOLA: ECCO PERCHÉ MANGIARLE  SPESSO

PATATE VIOLA: ECCO PERCHÉ MANGIARLE SPESSO

Patate viola: belle da vedere e utili per la salute Non ho dubbi su questo: portate in tavola le patate viola stupiscono sempre i commensali.  Tanto in insalata, quanto in purea o in altre preparazioni.  Ogni volta è un successo, alimentato soprattutto dal colore che si offre agli occhi. Ma la scelta di questo tipo “originale” di tuberi  non va fatta  solo per  l’aspetto, ma anche per le loro caratteristiche nutrizionali. Queste patate che ricordano molto le patate andine, “le nonne ” di tutte le patate, sono, infatti un toccasana per la nostra salute. E proprio per questo motivo stanno conoscendo un vero e proprio boom in tutto il mondo. Amiche  della circolazione sanguigna Secondo uno studio della American Chemical Society  il consumo di  patate viola aiuterebbe a tenere sotto controllo la pressione sanguigna, contrastando l’ipertensione. Questo grazie a una sostanza fitochimica da esse contenuta , detta acido clorogenico, che abbassa la pressione sanguigna del 3-4% .q Lo studio  Per lo studio americano sono stati monitorati  18 pazienti in sovrappeso (o addirittura obesi), affetti da  ipertensione. Per 4 settimane  hanno consumato due volte al giorno  circa  3-4 patate viola tipo Vitelotte,  ognuna grande più o meno come  una pallina da golf, senza pelarle. Cotte a vapore o al microonde.  Alla fine delle quattro settimane mediamente per tutti  i soggetti il valore della pressione diastolica era sceso del 4,3 % e quello della pressione sistolica del 3,5 %.  E nessuno aveva messo su peso. Amiche anche del cuore Secondo la London School of Medicine, il consumo di patate viola  (o tendenti al blu come nel caso delle varietà Blue Star...
INSALATA DI PATATE AL CURRY: SAPORE D’ORIENTE

INSALATA DI PATATE AL CURRY: SAPORE D’ORIENTE

Insalata di patate al curry: un modo diverso di portare in tavola l’insalata di patate Oggi avevo voglia di insalata di patate (forse perchè ne avevo tante in casa!), così ho deciso di provare a preparare un’insalata di patate al curry. Era da tempo che mi frullava per la testa l’idea di regalare una nota orientale alle mie insalate di patate. In realtà è un’idea semplicissima, un po’ come scoprire l’acqua calda, ma -chissà perchè- ho atteso tanto a farlo. Sabato ho fatto un salto al Viktualienmarkt, il famoso mercato che abbiamo qui a Monaco di Baviera, dove si trova di tutto e di più. Su un banco di spezie ho visto una fenomenale esposizione di sacchetti di curry aromatizzati. Ne ho portati a casa 2, uno al mango e uno all’arancia, che sono andati a finire sullo scaffale delle spezie, accanto agli altri curry già a mia disposizione. Sono quasi una collezionista di queso mix di spezie orientali…Così è iniziato un weekend a tutto curry, avrei messo la magica polvere dappertutto, anche nel caffelatte. Non potevo, quindi, fare a meno di ripescare la mia idea di un’insalata di patate al curry. Eccola qua, dunque, pronta per portare  in tavola un profumatissimo tocco d’oriente. Potete prepararla così come ve la suggerisco, ma anche aggiungere delle uova sode a spicchi. Oppure dei dadini di pollo lesso. O degli  scampi lessati.  O, ancora, dei piselli lessati ma tenuti bene al dente. In ogni caso saranno le note esotiche del curry a prevalere su tutto. E la vostra insalata di patate al curry sarà un miniviaggio nel Paese delle 1000 e una...
PATATE E FAGIOLINI IN INSALATA, CLASSICO TRASFORMISTA  DELL’ESTATE

PATATE E FAGIOLINI IN INSALATA, CLASSICO TRASFORMISTA DELL’ESTATE

Patate e fagiolini in insalata: la preparazione estiva che ogni giorno può mettere un abito diverso L’insalata di patate e fagiolini è un classico dell’estate, alzi la mano chi non l’ha preparata almeno una volta nella sua vita. Quest’insalata di legumi sazia, è saporita e si prepara con grande facilità.  E ha una marcia in più: si presta, infatti,  a essere caratterizzata in tanti modi, permettendovi di portare in tavola un piatto sempre diverso. Il che, converrete con me, non è una  non è una quisquilia. Partiamo dalla ricetta base:   Insalata di patate e fagiolini Preparazione: 15 minuti Cottura: circa 50 minuti  (35-40 minuti per le patate. circa 10-15  minuti per i fagiolini)   Ingredienti per 4 persone 4-5 patate di media grandezza 4 manciate di fagiolini finissimi 1 spicchio d’aglio tritato finemente olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco o succo fresco di limone sale pepe  macinato al momento   Spuntate i fagiolini, lavateli e lessateli a vapore fino a che saranno cotti. Vi consiglio di tenerli un po’ al dente. A fine cottura, tuffateli in acqua ghiacciata per fermare la cottura e mantenere un bel colore verde. Poi  scolateli, sgocciolateli per bene e metteteli da parte a raffreddare. Dopo averle spazzolate e lavate, lessate le patate a vapore con la buccia. Quando sono cotte (controllate usando i rebbi di una forchetta) mettetele su un piatto aintiepidire, poi pelatele e tagliatele in pezzi a misura di boccone. Versate le patate e i fagiolini  in un’insalatiera. Preparate il condimento emulsionando 7 cucchiai di olio, 2 cucchiai di aceto (o di succo di limone , l’aglio, una presa di...
ACETO DI MELE ALLE ERBE PER L’INSALATA DI PATATE

ACETO DI MELE ALLE ERBE PER L’INSALATA DI PATATE

New entry nella mia dispensa. Sabato scorso, al Festival del biologico a Varese Ligure, mi sono fatta tentare da una bottiglietta di aceto di mele aromatizzato. 100 ml, nulla di più, prodotta da una piccola azienda locale dedita a coltivazioni biologiche di erbe aromatiche e officinali, Le piccole erbe il suo nome. Parte di una serie di bottigliette di aceto di mele  biologico aromatizzato  che ne comprendeva anche uno ai lamponi e uno al dragoncello,la bottiglietta  mi ha attirato per il mix di erbe chiamate a conferirgli sapore: basilico, timo e alloro, tutte da coltivazione biologica, elencate nell’etichetta sul retro. Se non ricordo male l’ho pagata 5 euro. Tornata  a casa, la voglia di provare questo aceto di mele  è stata più forte di me: l’ho annusato ben bene , godendomi le note estive  delle sue  erbe e quelle fruttate della mela, poi ho deciso di utilizzarlo per un’insalata di patate. Sin dal primo momento, quando a Varese Ligure  ho letto la sua composizione, ho pensato che sarebbe andato divinamente a braccetto con delle patate, non so perchè, ormai è istinto.  Per altro anche dei pomodori lo potrebbero amare molto, così come una bella combinazione di lattughe e cetrioli. Alle patate ho deciso di aggiungere della cipolla di Tropea freschissima tagliata ad anelli (in questo periodo ci sono in giro dei bulbi meravigliosi cui non si può resistere) e della rucola, che in casa mia non manca mai perchè è un tocco magico per tantissime insalate. Avrei potuto unire anche del tonno, che ci sarebbe stato benissimo, e delle fette di melanzana grigliate, ma ho preferito tenere l’insalata più...
L’INSALATA DI PATATE E SEDANO CON YOGURT

L’INSALATA DI PATATE E SEDANO CON YOGURT

Per ragioni di comodità quando sono in Toscana faccio spesso la spesa al Conad di Massarosa, un supermercato contro ogni tentazione d’acquisto: caotico, male illuminato, con un reparto ortofrutta mal gestito in cui abbondano i marciumi. Perché continuo ad andarci? L’ho detto sopra: si tratta di comodità, la pigrizia quasi sempre ha la meglio sulla logica di prendere la macchina e spingermi fino all’Esselunga di Lido di Camaiore. Ieri, appunto al Conad, ho ritrovato le patate “nuove” che ho comprato spesso l’anno scorso, tuberi ottimi che non mi fanno rimpiangere quelli tedeschi. Patate novelle che per la farinosità danno il meglio di sé lessate, ottimo ingrediente per tutte quelle insalate di patate in cui si richiede all’ortaggio in questione di sfaldarsi un po’, come nel caso di questa ricetta fresca, adatta alla bella stagione. Ah, prima che me lo dimentichi, è una varietà di patate che si chiama Agata, coltivata nel centro e sud Italia ma che, spesso, viene importata dalla Francia (Report, la trasmissione, lo scorso anno fece un’inchiesta sui giri strani che fanno fare a questi tuberi per poi etichettarli come prodotto italiano). INSALATA DI PATATE E SEDANO ALLO YOGURT Ingredienti per 4 persone 500 gr di patate novelle 2 coste di sedano (al cuore) una grossa manciata di rucola (meglio se selvatica) 50 gr. di yogurt greco 1 cucchiaio da tè di senape rustica ½ cucchiaio di succo fresco di limone 1 cucchiaio scarso di foglie di menta tritate sale pepe nero al mulinello Lavate le patate e lessatele a vapore con la buccia, a fine cottura, quando sono tenere, scolatele, fatele raffreddare leggermente, pelatele e...

Pin It on Pinterest