Insalata di riso sì, ma diamole un po’ di personalità. Magari piccante.

E siamo arrivati anche a Ferragosto. Quest’estate sta scorrendo velocissima, mi sta sfuggendo dalle mani, non riesco neppure a stare dietro al blog  come vorrei. Sono perennemente di corsa, non riesco a capire il perchè. Abbiate pazienza, verranno tempi migliori, ovvero tempi in cui tornerò ad essere qui più assiduamente. Agli amici della pagina Facebook da giorni ho promesso la ricetta di un’insalata di riso piccantina postata in fretta e furia sulla pagina.  In questa mia estate in cui ho quasi messo al bando le insalate di riso e quelle di pasta a favore di quelle di couscous, bulghur o quinoa, un’insalata di riso è decisamente una rarità. L’ho preparata una sera in cui avevo deciso di svuotare un po’ la dispensa dalle scatole e barattoli che da mesi la ingombrano: acquisti fatti sulla scia di un’idea mai concretizzata. Nel caso specifico , riso parboiled semigreggio, pannocchiette in agrodolce da aperitivo (che ho portato con me dalla Germania), delle olive denocciolate e peperoni grigliati sott’olio.  Non volevo, però, preparare la solita insalata di riso “spazzatura” in cui si butta dentro di tutto senza pensarci troppo. Come quelle insalate zeppe di cetriolini, cipolline e würstel che fanno bella (si fa per dire) mostra di sè ai banchi gastronomia di tanti supermercati.  Allora mi sono ricordata di avere anche un vasetto di pasta di peperoncino, arrivato in regalo dalla Calabria. In quattro e quattr’otto è nata questa insalata di risodal gusto vivace che si è rivelata perfetta come piatto unico per la nostra cena (ma voi  potete preparararla anche per portarla in spiaggia o in campagna per un picnic estivo, o,...

Un’insalata di riso…da passeggio!

Erano giorni che ci giravo intorno. Erano giorni che pensavo a questa cosa e non ne venivo  a capo. Sarà capitato anche a voi di avere un’idea per la testa e non riuscire a darle forma. A me capita spesso, poi, per fortuna, il più delle volte arriva l’illuminazione risolutiva.  Così nei giorni scorsi, morsa da non so quale tarantola mentale,  ho lavorato col pensiero su un’insalata che potesse finire in un contenitore ermetico per essere consumata in ufficio, all’università, in un picnic…Volevo riuscire a   preparare un piatto unico, leggero ma nutriente, sano e gustoso. Prendi in considerazione e scarta, scegli e cancella,  alla fine sono arrivata all’insalata che vi  propongo qui sotto: un’insalata di riso semplicissima,  che si trasporta con facilità e che si fa mangiare ovunque (ma va da sè che anche sui piatti di casa fa la sua bella figura…).   Insalata di riso con pomodorini e ceci  Per due persone riso parboiled per insalate 180 g ceci in scatola, scolati   130 g pomodori datterini 200 g    olio extravergine d’oliva aceto di vino bianco peperoncino in polvere una manciata di foglie di menta spezzettate qualche fogliolina di menta per decorare sale e pepe nero macinato al momento Lessate il riso in acqua bollente secondo il tempo indicato sulla confezione, poi scolatelo e passatelo sotto un getto d’acqua fredda, poi mettetelo in una terrina a raffreddare completamente, condendolo con un cucchiaio d’olio. Intanto lavate i pomodorini, asciugateli, divideteli in due parti e versateli in una terrina in cui aggiungerete i ceci ben scolati dal liquido di conservazione. In un bicchiere emulsionate 3 cucchiai d’olio, 1 cucchiaio d’aceto,...
L’INSALATA DI RISO PROFUMA DI MARE

L’INSALATA DI RISO PROFUMA DI MARE

L’insalata di riso  è sempre un asso nella manica per le cene estive. Nei giorni della canicola non manca mai niei miei menu.  Si prepara in anticipo (anche il mattino per la sera), si mette in frigorifero e, voilà, il gioco è fatto. Al momento di sedersi a tavola basta aprire la porta dell’elettrodomestico e la cena è lì, pronta  a essere servita. Anche quando intorno al tavolo ci sono anche gli amici. Ma c’è insalata di riso e insalata di riso. La ricetta che vi propongo oggi è particolare: un omaggio al mare e ai suoi sapori. Facile e veloce da preparare,  leggera ma gustosissima, questa insalata di riso vi farà fare un figurone per la cena di ferragosto (ma anche in tutte le altre occasioni in cui andrete a servirla). Insalata di riso con salmone e mazzancolle     Ingredienti per due persone   200 gr. di riso parboiled per insalata 2 fette di salmone affumicato 10 mazzancolle già cotte (anche surgelate) 1/2 avocado una manciata e mezza di  piselli  finissimi surgelati qualche filo d’erba cipollina 1 cucchiaio di buccia grattugiata di limone (o lime) 1 e 1/2  cucchiai di succo fresco di limone olio extravergine d’oliva sale e pepe nero  macinato al momento   Lessate il riso on acqua bollente salata secondo i tempi indicati sulla confezione. Negli ultimi 2 minuti aggiungete i piselli. Scolate il tutto e sgocciolate bene, poi versate in un’insalatiera e lasciate raffreddare, aggiungendo un cucchiaio abbondante  di olio e mescolando bene. Mentre il riso raffredda tagliate a listarelle il salmone e a pezzetti  7 mazzancolle (tenetene  da parte 3 per decorare)....

Un’insalata di riso un po’ diversa dal solito, nata non per caso

Qualche settimana fa ho trovato nella mailbox del blog una lettera in cui mi si proponeva di preparare un’insalata di riso “insolita” con una confezione di riso che mi sarebbe stata spedita a tale proposito. La proposta suggeriva di postare la ricetta sul blog e mandarla a un certo indirizzo email perchè potesse essere pubblicata sulla pagina Facebook del riso e sul sito ufficiale del marchio.  In genere rifuggo questo genere di iniziative, anche perchè non mi riconosco nel ruolo di food blogger (sono una salad blogger, casomai…). Ma questa volta l’idea mi ha stuzzicato, forse anche perchè era tempo che non affrontavo un’insalata di riso. Mi sembra ce ne siano troppe in giro in questo periodo, per cui  negli ultimi mesi ho privilegiato altre preparazioni anche se resto una grande appassionata di insalate a base di riso,  non solo d’estate ( a proposito, sto lavorando su un progetto proprio in questo senso, a tempo debito ve ne parlerò).  Comunque, ecco la mia insalata di riso “insolita”, preparata utilizzando il riso Flora  che mi è stato recapitato comodamente a casa.  In famiglia e agli amici “cavia” è piaciuta, spero piaccia anche a voi. Insalata di riso con pollo e mango Per due persone riso Flora Bell’Insalata 180 g 1 avocado 1 mango maturo ma ben sodo una manciata di rucola selvatica filetti di petto di pollo 200 g ½ cucchiaio di  cipollotto fresco tritato    3 cucchiai di pinoli tostati 1 cucchiaio  (scarso)di mango chutney olio extravergine d’oliva               sale e pepe nero Lessate il riso in acqua bollente salata per circa 14 minuti, poi scolatelo e passatelo sotto un getto...
INSALATA DI RISO AL LIMONE E ARACHIDI

INSALATA DI RISO AL LIMONE E ARACHIDI

Un insalata di riso adatta a ogni periodo dell’anno? Perchè no? Quest’insalata di riso con arachidi  è un piatto ideale da portare in ufficio, per pranzare davanti al computer finendo un lavoro urgente o chattando con gli amici su Facebook. Ma potete anche prepararla in anticipo per cena, quando sapete che tornerete tardi dal lavoro. Basterà aprire il frigorifero, versarla nei piatti, e infilarci la forchetta (magari mentre vedete il vostro programma televisivo preferito!). Se siete dei fan del sapore delle noccioline, vi conquisterà. E poi si prepara in un attimo…che volete di più?     Insalata di riso al limone e arachidi Preparazione: 10 minuti Cottura: quella necessaria a lessare il riso   Ingredienti per 2 persone riso parboiled per insalate 150 g arachidi tostate, tritate grossolanamente 50 g 1 e ½ cucchiai  di buccia di limone grattugiata 1 scalogno tritato finemente 1 cucchiaio (abbondante)  di prezzemolo fresco tritato 1 cucchiaio (abbondante) di succo fresco  di limone olio extravergine di oliva sale e pepe nero   Lessate il riso in abbondante acqua salata secondo il tempo indicato sulla confezione, scolatelo e passatelo  sotto l’acqua fredda per fermare la cottura, poi lasciatelo sgocciolare completamente in uno scolapasta, infine versatelo in una terrina e conditelo con un cucchiaio di olio. Lasciatelo poi raffreddare completamente. Intanto preparate  il condimento emulsionando 2 cucchiai di olio con il succo e la buccia grattugiata di limone, una presa di sale e pepe macinato al momento. Aggiungete al riso lo scalogno, le arachidi tritate, il prezzemolo e il condimento, poi mescolate con cura. Mettete in frigorifero per almeno un’ora prima di servire....

La parola del giorno: ritardo

  -115 Ritardo (s.m.). Sì, viaggiare, cantava l’Indimenticabile … Viaggiare solitamente è  un  piacere, un arricchimento, un momento per conoscere e riflettere. Solitamente, tranne quando non ti capitano giornate come la mia  di oggi. Oltre 7 ore per fare 300 km in treno. Partenza da Como alle 10.17, arrivo previsto  a Viareggio alle 14.39, arrivo effettivo alle 17. Tutto bene fino  a Milano su un lussuoso treno svizzero, partenza puntuale da Milano alla volta di Genova su una carcassa fatiscente pomposamente etichettata Intercity. Tutto bene la prima mezz’ora, poi il treno comincia a rallentare, rallentare, rallentare…A passo d’uomo saremmo arrivati prima a destinazione, nonostante la scricchiolante volata sugli ultimi chilometri. Ovviamente ho perso la coincidenza. E anche fosse stato solo questione di minuti non l’avrei mai presa perché i tabelloni  informativi del sottopassaggio a Genova Principe sono in fase di rimodernamento, per cui non si sa che treni partano dai vari binari. Comunque sia, due ore di attesa per il successivo treno che mi avrebbe potuto portare a Viareggio. Le due ore sono diventate due e mezza, perché anche questo Eurostar era in ritardo…Ritardo su ritardo. Nota piacevole di quest’infelice viaggio, la possibilità di leggermi il  libretto di Paola Mastrocola allegato all’Espresso di questa settimana: Facebook in the rain: gradevolissimo.     Oggi per noi un’insalata di riso con i colori dell’autunno con profumi e sapori che vengono da lontano (non in treno, mi auguro…). Insalata di riso mediorientale Per due persone riso parboiled per insalate  200 g. pistacchi tritati  80 g uvetta 100 g 1 cipollotto 1 limone olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio di coriandolo fresco...