COUS COUS DELIZIOSO BONDUELLE: QUASI CI SIAMO

Cous cous delizioso Bonduelle: provato e approvato (con una piccola perplessità)

In una delle mie ultime incursioni all’ Esselunga tra i banchi del settore ortofrutta ho scovato le confezioni di cous cous delizioso Bonduelle. Ogni volta che mi capita di soffermarmi in quest’area del supermercato ho sempre nuove soprese. E generalmente sono belle sorprese, perchè l’industria, in questo senso, ci sta dando veramente dentro nel cercare di offrire prodotti sempre più interessanti per i clienti che vanno di fretta. O per quelli che non hanno nessuna voglia di mettersi a  cucinare. Che ci sono anche quelli, eh.

Se penso a quando iniziato questo blog dedicato all’insalata,nel 2011, hanno fatto dei passi da gigante. Allora al massimo trovavi delle ciotole di becchime per le galline con l’aggiunta, quando c’era, di qualche gheriglio di noce.

Comunque quel giorno al supermercato di Lido di Camaiore andavo di fretta anch’io, e avevo voglia di portare a casa qualcosa che richiedesse solo di essere versato nel piatto e mangiato. Niente da lavare, asciugare, tagliare e condire o spadellare: non avrei proprio avuto tempo.

Guardando la confezione mi è sembrato che il cous cous delizioso Bonduelle potesse fare al caso mio. Quello che mi ha attratto è stata l‘illustrazione che  raccontava la presenza di frutta tra gli ingredienti. Io adoro il cous cous con frutta, forse lo amo di quello con verdure nella bella stagione.  Controllando l’elenco degli ingredienti sul retro della confezione mi ha convinto anche la presenza di curry e cipolla rosolata. Il sapore doveva essere interessante.

E così è stato: quando sono arrivata a casa in quattro e quattr’otto ero già pronta per mangiare (in piedi, facendo mille altre cose nel frattempo, ma ci sono giorni in cui il pasto di metà giornata va così).

cous cous delizioso bonduelle su piatto di ceramica su tovaglietta blu

Ho trovato molto gradevole questo cous cous, che consiglio di consumare avendo l’accortezza di toglierlo dal frigorifero cinque minuti prima di sedersi a tavola, altrimenti molti ingredienti sono troppo freddi per essere apprezzati. Il cous cous è perfettamente sgranato e non appiccicoso e il condimento è ben fatto, anche se a mio gusto aggiungerei un po’ di cumino in polvere e un pizzico di peperoncino o di pepe di Cayenna,  per dare più grinta al piatto. Certo, io avrei  anche usato un leggero extravergine al posto dell’olio di semi di girasole.  Soprattutto pensando ai Paesi dove il cous cous arriva in tavola tutti i giorni, l’extravergine è un dovere.

L’unico dubbio che ho su  questa preparazione è  la presenza della banana. Non per la presenza in sè, anzi, ma per come risulta questo frutto dopo la tostatura cui viene sottoposto. Le fettine di banana nella mia confezione mi sono parse pezzi di carta assorbente, quella che ciucciavo alla scuola elementare quando ero nervosa. No, così proprio non mi piace.

cous cous su piatto ceramica

Ben trattate, invece, l’uvetta e la mela. Io , addirittura, ne metterei di più riducendo la quantità di mais. Forse metterei anche qualche cece in più.

In conclusione: vi consiglio, se vi capita di trovarvelo davanti, il cous cous delizioso Bonduelle. Provatelo.  Si tratta di un buon prodotto per la pausa pranzo veloce che mantiene le promesse fr viagra. Se avete modo di elaborarlo, date un twist al condimento  aggiungendo qualche spezia. Altrimenti godetevelo così com’è, eliminando, al massimo, le fettine di banana.

cous cous delizioso bonduelle confezione

 

Salva

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *