LE INSALATE FRULLATE (E NON SOLO) IN UN LIBRO DA METTERE SOTTO L’ALBERO

copertina del libro il frullatore ti cambia la vita

In cerca di un’idea da mettere sotto l’albero per l’amica (o l’amico) salutista e vegana/o?  Il libro  Il frullatore che ti cambia la vita , pubblicato dall’editore Sonda, può essere quello che fa al caso vostro. Innanzi tutto perchè oggettivamente  è un bel libro,  patinato e accuratamente stampato (e mettere sotto l’albero qualcosa di tangibilmente piacevole è sempre una buona idea), poi perchè spalanca davanti al lettore un panorama sorprendente, per i più inimmaginabile prima di averlo avuto in mano. Per me,qunato meno, è stato così.

Ma andiamo con ordine.

L’autrice, tale Tess Master, geniale foodblogger australiana che si presenta come “artista del frullatore” –già questo mi è piaciuto- ,  ha infatti raccolto tra le 224 pagine del libro (occhei, non in tutte, c’è anche un indice analitico  ben fatto) una  bella quantità di  ricette vegane e senza glutine originali per piatti di ogni tipo che nascono tutti nel bicchierone di questo elettrodomestico. E non si tratta solo di smoothie e frullati – altrimenti la signora non si sarebbe meritata la mia etichettatura  come geniale -ma di piatti  che vanno dalle lasagne ai pancake  in cui il ruolo chiave è giocato da un componente frullato, che può essere una salsa, una crema o un condimento.

Vi faccio un esempio a partire dalle nostre amatissime insalate (nel libro c’è un intero capitolo dedicato a questo, con 10 ricette): la Caesar salad. Vi starete chiedendo cosa potrebbe avere a che fare con un frullatore la più classica delle insalate, quella inventata da Cesare Cardini (a proposito, se volete a mia ricetta cliccate qui) . Me lo sono chiesta anch’io, prima di andare a  dare un’occhiata alla pagina 97 del libro. Bene, l’autrice ha escogitato una deliziosa versione vegana del piatto che passa anche dal frullatore. Per il condimento, si intende, non ha certo versato nel bicchierone la lattuga romana o i crostini. Il dressing di questa “nuova Caesar salad” è preparato con latte di mandorla non dolcificato, olio extravergine d’oliva, succo di limone, mandrle e pinoli, capperi, pasta di miso, senape di Digione, salsa tamari, aglio e sale. Il tutto frullato ad alta velocità, per ottenere condimento cremoso che nella Caesar deve avvolgere gli ingredienti croccanti.Non l’ho provato ma mi incuriososce.

Allo stesso modo  sono stati trattati i condimenti per un’insalata di patate, un’insalata greca, un’insalata di lenticchie e una di cavolo cappuccio.

La filosofia del frullatore in questo libro che vi suggerisco di mettere sotto l’albero riguarda  tacos, zuppe , pizze, farinate, budini e mele caramellate… La regola è sempre la stessa: ” frullate, assaggiate, aggiustate;  poi frullate di nuovo, riassaggiatee aggiustate ancora, finchè non sarà perfetto”.

 

doppia pagina di libro che parla di insalate

 

 

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This