La parola del giorno: condoglianze

-167
Condoglianze (s.f.). Non ne posso più di sentire questa parola vacua, buttata lì tanto per dire qualcosa in situazioni come quella che sto vivendo.
L’unica frase che oggi  mi ha fatto piacere sentire, pardon, leggere  perchè è arrivata via sms, è quella di Cesare, intellettuale raffinato, giornalista di razza, ma soprattutto amico intimo sin dagli anni del liceo. Ecco il suo pensiero per la mia mamma che non c’è più:

“Lei oggi di fatto non c’è, ma la vera Pupa con la sua verve e le sue osservazioni sul mondo, era già lontana da tempo e di sicuro il posto dove si trovava a vivere non le piaceva.”

Grazie, Cesare. Hai fatto centro. Ancora una volta.

Parliamo di insalate, ora?

Insalata di fusilli con sgombro, gamberetti  e pomodorini

Per due persone

fusilli 200 g

una scatoletta di sgombri sott’olio

gamberetti precotti 150 g

8 pomodorini ciliegia

6 capperi col gambo

8 olive nere denocciolate

un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato

olio extravergine di oliva

mezzo lime

zucchero

sale e pepe

Mettete in una terrina  gli scampi e conditeli con due cucchiai di olio, un cucchaio di succo di lime e il prezzemolo, poi lasciate marinare per mezz’ora.
Intanto lessate i fusilli in abbondante acqua bollente salata, tenendoli al dente. Poi scolateli e raffreddateli sotto un getto d’acqua. Sgocciolateli e metteteli in una ciotola. Conditeli con un cucchiaio di olio , mescolando bene.
Mettete un cucchiaio di olio in una padella, scaldatelo e aggiugete i pomodorini tagliati a metà, cospargeteli di zucchero e salateli, poi cuoceteli a fuoco basso per 10 minuti. A fine cottura toglieteli dal fuoco e metteteli a raffreddate. Tagliate le olive a rondelle e spezzettate i filetti di sgombro con una forchetta, dopo averli tolti dalla confezione e scolati dall’olio di conservazione. Aggiungete le olive, i filetti di sgombro, i pomodorini e gli scampi alla pasta e condite con un’emulsione  preparata con un cucchiaio di olio, uno di succo di lime , sale e pepe. Mescolate bene e decorate con i capperi  prima di servire.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *