SALE DI MALDON:UN PICCOLO LUSSO IN CUCINA

Sale di Maldon in ciotola

Se ancora non conoscete il sale di Maldon, beh…dovete assolutamente provarlo. Soprattutto se, come me, amate curare nei dettagli la scelta degli ingredienti che andrete poi ad utilizzare in cucina.

Io l’ho scoperto grazie a uno chef che mi sono trovata a intervistare, dopo che aveva preparato un’insalata per questo blog. Incuriosita, dopo averlo provato nella sua cucina, sono andata a comprarlo e da allora non ha più lasciato la mia dispensa. Poi ho capito che è uno dei sali più amati dagli chef di tutto il mondo, da Ferran Adrià a Jamie Oliver, per fare qualche nome.J Per l’insalata è imbattibile, perchè  per la sua particolare struttura sollecita maggiormente i recettori del gusto presenti sulla lingua , facendosi apprezzare in modo particolare.

Si tratta di un sale…salato (ma non più degli altri) a scagliette che deve il proprio nome alla cittadina inglese di Maldon, situata sull’estuario del fiumo Blackwater nell’Essex, Assomiglia molto al sale grosso, ma risulta più friabile per la sua struttura a forma di piramide cava. Se lo si prende tra le dita, infatti,  si sbriciola con facilità, per cui può essere utilizzato tanto per la preparazione del condimento (vinaigrette, citronnette o altro) o per rifinire il piatto, nel nostro caso l’insalata.

Come va utilizzato?, vi starete chiedendo. Bene, il mio parere è che è un prodotto insuperabile quando si parla di insalate con carne o pesce (per questa seconda ipotesi c’è anche una variante affumicata), ma che  è meraviglioso anche nelle insalate di patate, di barbabietole, di legumi in genere, di asparagi, di zucca… Fantastico sulla mozzarella della caprese. Per contrasto è una delizia anche quando viene usato su insalate con frutta. Non è il mio campo, ma pare sia una meraviglia anche su biscotti, focacce e, perfino, dolci di cioccolato. Io lo uso tanto per la preparazione del condimento quanto come piccolo tocco da aggiungere quando l’insalata è pronta. Come finitura, appunto. Un pizzico qua e là per una nota di sapore molto particolare.

Certo non è il più economico dei sali, quello che ho comprato io mi è costato la bellezza di 5,80 euro per un pacchetto da 250 gr. , ma  -si sa- quando si cerca un prodotto un po’ fuori dall’ordinario bisogna essere pronti a spendere un pochino. Comunque- questo ve lo posso confermare-  un pacchetto di questo sale di Maldon in una cucina “normale” dura per un anno e più. Diversa, ovviamente, è la musica  se avete un ristorante o se dovete mettere a tavola ogni giorno 12 persone.

Difficilmente il sale di Maldon si trova al supermercato. Per acquistarlo bisogna rivolgersi a negozi specializzati di gastronomia  oppure ordinarlo online. Qui vi indico un sito per comprarlo online, ma se fate un minimo di ricerca su Google scoprirete che ce ne sono molti altri.

 

Asparagi con sale di Maldon

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *