UN’INSALATA PER FRANZ

 

 

illustrazione di regalo impacchettato con carta verde

Vedete l’insalata nella foto in basso? Quella di cui oggi vi passo la ricetta  battezzata Insalata Franz? Bene, dovete sapere che è un regalo che nasce da una promessa. Una promessa fatta a una persona gentilissima. Talmente gentile da meritarsi la dedica di un’insalata su questo blog. Ma facciamo un passo indietro. Per qualche settimana mi sono trovata in una situazione surreale con l’account Twitter di InsalataMente, sì, proprio quello del blog che state leggendo ora. L’account @InsalataMente, per essere precisi. Non sto a raccontarvi cosa succedeva perché questa non è la sede adatta, sappiate solo che era diventato quasi ingestibile. Le ho tentate tutte con i canali “ortodossi”, ma niente. Il problema restava sempre identico a sé stesso.

A un certo punto, esasperata (sì, anche le insalatologhe ogni tanto sclerano) ho deciso di chiedere consiglio a un grande mago dei social: Franz Russo, che seguo sempre con piacere su Twitter (@franzrusso) e sul suo blog dedicato all’analisi degli strumenti e le novità del web (lo trovate cliccando qui). Franz mi ha confermato subito l’analisi fatta anche dall’amico @Marchiondelli (altro pasionario dei social, qui il suo di blog) : la situazione non era risolvibile da un comune mortale.

Per aiutarmi  mi ha dato un suggerimento utilissimo a risolvere il caso. Suggerimento  che ha funzionato e così  @InsalataMente ha trovato finalmente la pace che meritava. Immensa la mia gratitudine per il caro Franz, e per esternarla ho deciso di dedicargli una delle mie creazioni, un’insalata, appunto.
Gliel’ho promessa,  e ora  siamo qui con l’insalata per Franz  (certo, qualcun altro ha avuto una macchina, ben altra cosa, ma ognuno offre quello che può). Ho creato la ricetta  andando a frugare tra gli ingredienti della regione in cui vive Franz, l’Emilia. Volevo un’insalata “consistente”, che potesse funzionare anche da piatto unico per chi, forse, tanto tempo da dedicare alla pausa pranzo non ne ha. Ecco, dunque , la base di patate, che rendono il piatto adatto a ogni stagione e l’aggiunta di mortadella.

Ringraziando ancora  il caro @franzrusso, passo a darvi la ricetta perché possiate provarla a casa vostra.

#INSALATAFRANZ

(Insalata tiepida di patate con cipolla caramellata e mortadella)

Ingredienti per 4 persone

 

700 gr. di patate di Bologna

1 cipolla rosa

100 grammi di mortadella  a cubetti

olio extravergine d’oliva

aceto balsamico

zucchero di canna

1 cucchiaio di salvia fresca tritata

senape

sale e pepe nero macinato al momento

 

Sbucciate la cipolla, tagliatela in quarti e poi a fettine sottili. Scaldate  una padella antiaderente a fuoco medio,   versatevi le fettine di cipolla , aggiungete una presa di sale, un cucchiaio di zucchero di canna (scarso) e una bella spolverata di pepe. Mescolate  con cura e fate  attenzione a non bruciare le cipolle. Aggiungete 1 cucchiaio d’olio e mezzo cucchiaio di aceto balsamico, mescolate e continuate la cottura per 10-12 minuti circa, fino a quando la cipolla sarà dorata.  Intanto lessate le patate al vapore  senza pelarle, a fine cottura toglietele dal fuoco e  pelatele mentre sono ancora calde, poi tagliatele a pezzi e versatele in una terrina in cui aggiungerete le cipolle caramellate. In una padella con fondo antiaderente rosolate per qualche minuto i cubetti di mortadella fino a che iniziano ad assumere una colorazione più scura, allora aggiungete la salvia, rosolate ancora per mezzo minuto, poi togliete dal fuoco, utilizzando una schiumarola ( per evitare di spostare anche il grasso rilasciato dalla mortadella) trasferiteli nella terrina con le patate e la cipolla. Preparate il condimento emulsionando 2 e ½  cucchiai d’olio, ½  cucchiaio d’aceto, 1 cucchiaino da tè di senape, una presa di sale e una spolverata di pepe. Versate la vinaigrette così ottenuta sull’insalata e mescolate con cura. Servite quest’insalata tiepida (ma anche fredda, a piacere con l’aggiunta di una grossa manciata di rucola).

 

insalata franz

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This